Recensione "Stranger things"

by - venerdì, agosto 05, 2016


Buongiorno a tutti!
In questo nuovo post vorrei recensirvi una serie tv che ho trovato davvero bella, Stranger things. Per chi non ne avesse mai sentito parlare è una serie tv nuovissima, appena approdata su Netflix.
Addentriamoci subito nella trama di questa serie che in poco tempo sta già riscuotendo un successo come poche altre. Negli otto episodi di cui si compone viene raccontata la storia di molti personaggi che in un modo o nell'altro vedranno le loro vicende intrecciarsi. In particolare la trama è ambientata in un piccolo paesino americano dell'Indiana, Hawkins, nel quale tutti si conoscono e non succede mai nulla di nuovo e imprevedibile. Questo fino al giorno in cui un bambino, Will, finita una partita di Dangers & Dragon con tre amici, tornando a casa con la sua bicicletta, fa un incontro tutt'altro che comune. Dopo aver tentato di fuggire invano Will sparisce nel nulla. La madre e il fratello di Will, oltre che gli amici, con l'aiuto dello sceriffo del paese iniziano un' assidua e tenace ricerca del bambino. Durante questa ricerca tutti i personaggi scopriranno cose che pensavano essere assurde, surreali. Nella trama compaiono creature spaventose, bambini con superpoteri e scienziati dalle intenzioni tutt'altro che nobili, il tutto presentato in tipico stile anni '80. Se questo già non basta per incuriosirvi vi posso dire che la storia prende a piene mani idee presenti nei libri di Stephen King, il quale viene anche citato nel corso della serie, e da film cult, come ad esempio Nightmare ed ET.

ign.com
 La serie è stata scritta e per lo più diretta dai Matt e Ross Duffer che in precedenza avevano diretto poco altro. Tra i protagonisti del telefilm un nome primeggia fra tutti, Winona Rider, che anche qui come in altri suoi film, regala al pubblico un' interpretazione magistrale. Non è la sola però, infatti tra i protagonisti ci sono anche nomi meno noti che hanno recitato altrettano bene, in particolare ho apprezzato l'interpretazione di David Harbour, sceriffo Jim Hopper e di Millie Bobby Brown, conosciuta nella serie come Eleven.

vulture.com
 Le cose che più ho adorato di questo telefilm sono le ambientazioni che mi hanno riportato alla memoria le serie tv e i film ai quali ero tanto legata da bambini e che tanto amavo. La storia non è particolarmente originale, ma ho trovato che sia stata scritta in modo fluido, molto chiaro  e soprattutto coinvolgente. Infatti la mia attenzione è stata catturata fin dal primo minuto del primo episodio e sono rimasta rapita per tutti gli otto episodi, senza annoiarmi mai. Mi ha regalato momenti di paura, tensione, ma anche sorrisi e commozione. Mi ha fatto affezionare ad ogni singolo personaggio, grazie ad una incredibile caratterizzazione degli stessi. Nonostante i pochi episodi i fratelli Duffer sono stati in grado di dare personalità unica e distinta ad ogni singolo personaggio.  
Per concludere direi che se amate come me il genere thriller/horror/fantasy/fantascienza, insomma se adorate le storie alla Stephen King, il tutto letto in chiave anni '80, questo è il telefilm che fa per voi.
Spero che la mia mini-recensione possa esservi utile, vi lascio qui il link di youtube al trailer della serie tv qualora voleste farvi un'idea maggiore del telefilm.
A presto ;-)

You May Also Like

0 commenti