Guida per un weekend ai Laghi di Plitvice

by - domenica, luglio 31, 2016


Buongiorno a tutti!
Eccomi oggi con un nuovo post, questa volta riguardante i viaggi. In particolare oggi vorrei parlarvi di un luogo davvero incantevole, magico e incredibilmente economico: il Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice.
Vorrei dare qualche informazione su questo luogo semplicemente meraviglioso a tutti coloro che non lo conoscessero. 


Il viaggio 

 
 I laghi di Plitvice si trovano in Croazia e distano circa un tre ore e mezza dal confine italiano. Sono raggiungibili tranquillamente in automobile, armandosi di un pò di pazienza in quanto il percorso è per lo più composto da strade immerse nel bel mezzo della campagna  croata, tra paesini con una decina di case e agricoltori che si guadagnano da vivere vendendo con banchetti sulla strada i loro buonissimi prodotti. Nonostante il rallentamento dovuto all'assenza di autostrade potrete gustarvi un panorama selvaggio, verdeggiante, che vi permetterà di entrare in contatto con la natura già a pochi minuti dal superamento del confine sloveno. Durante il tragitto potreste incontrare qualche rallentamento sul confine Slovenia-Croazia provocato dalla presenza della dogana, dove vi verrà chiesto di presentare i documenti di riconoscimento. Una volta arrivati a destinazione, il Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice presenta due accessi, che sono Rastovaca (entrata 1) e Hladovina (entrata 2) con i rispettivi parcheggi dove potrete lasciare la macchina previo il ritiro del biglietto per effettuare il pagamento del parcheggio prima di lasciare il parco. La tariffa per l'automobile è di 7 HRK all'ora che equivalgono a circa 1 euro l'ora e il parcheggio va pagato prima di ritirare la propria auto recandosi agli sportelli appositi che potete trovare nelle due entrate del parco. 

www.google.it/maps

 Il parco 


I biglietti di ingresso sono acquistabili in loco oppure online, vi consiglio, se avete in programma una visita nel periodo di alta stagione (luglio-agosto), di acquistarli online. Il prezzo per persona varia a seconda della stagione e se fate più giorni vi conviene acquistare subito un biglietto per più giornate, in questo modo risparmierete. Tutte le tariffe e gli orari potete trovarli nella pagina ufficiale di cui vi lascio il link qui.
Una volta entrati nel parco a seconda dell'entrata scelta vi troverete a decidere quale percorso seguire tra diversi indicati con delle lettere e colorati in modo differente in base alla difficoltà. Ogni percorso avrà una durata diversa e prevede l'uso o meno di traghetto e trenino (compresi nel costo del biglietto). Personalmente ho avuto modo di seguire in una prima giornata il percorso H (circa 6 ore), percorso di media difficoltà completo del parco che vi permette di sfruttare tutti i mezzi di trasporto inclusi nel biglietto. In una seconda giornata invece ho affrontato il percorso K, di durata superiore  circa 7 ore e di difficoltà media, anche se leggermente più impegnativo dell'H. Il percorso K è il giro completo del parco che non prevede l'uso dei mezzi. Naturalmente si può decidere anche di mescolare più percorsi insieme, cosa che non ho fatto semplicemente per essere sicura di effettuare una visita il più possibile completa del luogo. Alle persone con bambini piccoli e carrozzine suggerisco i percorsi contraddistinti dal colore verde che prevedono strade e percorsi più agevoli rispetto a quelli di colore arancio. Comunque come maggiore approfondimento vi lascio il link qui dove potrete trovare i dettagli di tutti i vari percorsi.






Dove mangiare


Per quanto riguarda l'argomento cibo nel parco potrete trovare alcuni punti di ristoro durante i  vari tragitti, in particolare nelle aree in cui partono i traghetti o i trenini e agli ingressi. Qui troverete dei self service che prepareranno per lo più carne e patatine fritte accompagnati da bibite e birra. In alternativa sono presenti anche dei chioschi che vendono gelati confezioneti e dei negozi di souvenir in cui è possibile acquistare snack veloci oltre a magliette, ricordini vari e kiwuai. Da vegetariana non vi nascondo le grosse difficoltà a trovare qualcosa di caldo e cucinato da mettere sotto i denti. Nel mio caso, purtroppo, mi sono dovuta accontentare di patatine fritte e kraffen alla marmellata, quindi suggerisco a tutti i vegetariani e vegani di portarsi il pranzo al sacco, o comunque di organizzarvi per non mangiare all'interno del parco.


Dove alloggiare 


Passiamo ora a parlare della sistemazione se si desidera restare per una notte o più nei dintorni dei Laghi di Plitvice. Il mio consiglio è di prenotare una camera in una delle guesthouse che trovate a pochi minuti dal luogo di interesse. Le guesthouse si trovano in mezzo alla campagna nella tranquillità più assoluta, sono ideali per chi, oltre a visitare un luogo incantevole, vuole anche godersi una notte lontana dal caos cittadino. Altra nota positiva di questa sistemazione è sicuramente il prezzo, che in bassa stagione o comunque pre-alta stagione è davvero vantaggioso. Personalmente ho alloggiato una notte presso la guest house Villa knezevic, un quattro stelle molto bello, contornato da campagna, con camere pulite e dotate di bagno modenissimo, con parcheggio gratuito e personale cordiale. L'unica pecca di queste guesthouse è la colazione, infatti potete decidere di prenotare la colazione direttamente in loco al costo di 7 euro a persona, ma non immaginatevi le colazioni a buffet degli hotel a quattro stelle; vi verrà servita marmellata, burro con fette di pane per quanto riguarda la colazione dolce, mentre frittata e prosciutto per quella salata.

www.booking.com



Parere personale 


Dopo tutti questi dettagli un pò più tecnici, vorrei esprimere anche il mio personalissimo parere sul Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice. In primis, sembra davvero un paradiso terrestre e capisco perfettamente perchè è patrimonio UNESCO. Camminare attraverso quei sentieri, circondati dal rumore delle cascate e con lo sguardo catturato dalle acque verde smeraldo dei laghi è davvero surreale. Mi sento di dire che molte volte prima di un viaggio vado a sbirciare foto scattate dei luoghi che ho in programma di visitare e spesso quando le immagini non rispecchiano la realtà di quello che vedo resto profondamente delusa, ma vi assicuro che in questo caso le immagini che potete trovare in giro rendono perfino poco giustizia alla realtà. Il solo difetto di questa località, unica nel suo genere, è la folla di turisti che si accalcano a visitarla soprattutto in alta stagione. Questo è l'unico motivo per cui potreste non godervi a pieno questa gita nella natura. Detto questo, se amate camminare nella natura e se amate i paesaggi mozzafiato, io consiglio di andarci almeno una volta nella vita perchè merita davvero molto e non richiede un budget altissimo per essere visitata.
Dopo tante parole vi lascio a qualche immagine che ho scattato durante il mio weekend, in fondo una foto dice più di mille parole.





Spero che questo post possa darvi informazioni utili e se avete qualsiasi domanda lasciate pure un commento.
A presto con il prossimo viaggio/gita ;-)

You May Also Like

0 commenti